Chi è davvero Valdo Vaccaro. Tra salute e omofobia

Valdo Vaccaro è il nuovo guru che spopola sul web. Parla di alimentazione e salute, scrive libri, tiene conferenze e ha tanti seguaci che si rivolgono a lui per problemi di salute più o meno grandi. I suoi metodi di guarigione consistono nel digiuno terapeutico e in una dieta vegan-crudista. E fin qui niente da obiettare se non fosse che:

Valdo Vaccaro non è un medico

Ebbene sì, l’uomo che dà consigli di natura medica su patologie anche piuttosto gravi è laureato in Economia. Direte voi, non è la laurea a fare la competenza; ci sono tanti ignoranti laureati che esercitano la professione! È vero, ma le persone che si rivolgono a Vaccaro credono di rivolgersi ad un medico competente poiché lui snocciola consigli di salute e alimentazione con una tale disinvoltura che si dà per scontato che sia del mestiere. Ognuno è libero di mettere la propria vita nelle mani di chi vuole, ma deve essere quantomeno al corrente di chi si trova davvero davanti.

Valdo Vaccaro non è vegano

I benefici di una alimentazione vegana bilanciata sono ormai un dato di fatto. Ma vegan non è una dieta, è una filosofia di vita che coinvolge l’esistenza e la mentalità di una persona. Tempo fa cominciarono a girare in rete voci di coloro che lo conoscevano e che sostenevano averlo visto mangiare miele, formaggi e addirittura pesci. Voci talmente insistenti che Vaccaro si sentì in dovere di scrivere a riguardo ben due tesine in cui ammetteva che, trovandosi in un momento di stress dovuto alle troppe email che riceveva, aveva dovuto:

Una voglia improvvisa di cibo salato e pepato, di cibo compatto e concentrato, di verdure cotte e non crude, di minestre, di polenta arrostita e formaggio, di frico, di uova, di gorgonzola, di alici col cappero. Qualcosa di strano e incomprensibile. Qualcosa che mai era successo prima per 30 o 40 anni.

In pratica una piccola scivolata e una retrocessione di status. Non più vegan-crudista tendenziale con minima e ragionevole percentuale di cibo sostenibile ma semplice vegetariano (N.d.A. qualcuno dica a Vaccaro che sì, anche i pesci sono animali) alla ricerca degli equilibri perduti e di qualche chilo in più, oltre che di qualche recupero sul piano della coerenza e delle credibilità ideologica, particolarmente importanti per chi viene visto e seguito come punto di riferimento.

Quindi il suo metodo di guarigione va bene con cancro, diabete, morbo di Crohn e qualsiasi malattia conosciuta e sconosciuta ma non con lo stress di dover rispondere a delle mail. Poverino.

Fonti: http://valdovaccaro.blogspot.it/2014/02/vulnerabilita-coerenza-e-antipatiche.htmlhttp://valdovaccaro.blogspot.it/2014/01/crudismo-difficile-in-fase-di-gravidanza.html

Valdo Vaccaro è un omofobo

Come se non bastasse parlare di materie di cui non si ha né competenza né esperienza, il signor Vaccaro ha idee bizzarre e irrispettose anche riguardo l’omosessualità e, sebbene il suo blog parli di salute e alimentazione, non si può esimere dal metterci al corrente del suo pensiero anche in questo campo:

Vedo l’omosessualità come una cosa patologica, schifosa e ridicola, soprattutto quella tra maschi

L’omosessualità di cui parliamo non è una cosa vaga ed imprecisa, ma un fenomeno assai specifico e particolare, spinto all’estremo dell’intimità. Un fenomeno implicante uno scambio psicofisico globale e coinvolgente, quale è il rapporto sessuale.
Mi chiedi quello che penso dell’omosessualità? Te lo dico francamente. Ne penso male, anzi malissimo. La vedo come una cosa patologica e non normale. Anche piuttosto schifosa e ridicola, soprattutto quella tra maschi e maschi. Non per discriminazione, ma trovo leggermente più tollerabile il lesbismo.

Fonte: http://valdovaccaro.blogspot.it/2009/11/letero-lomo-la-mantide-e-la-fabbrica-di.html

E poi cercando di giustificarsi aggrava ancor più la situazione (il grassetto è dell’autore):

Sull’omosessualità fai bene a dire che non conosco gli aspetti intrinseci.
Sono una persona normale, cioè niente di più o di meno che un maschio, con tutti i limiti e i difetti di un maschio.
Posso fare tutti gli sforzi che voglio, ma non mettermi nei panni di qualcuno e vedere il problema dal di dentro. Oppure posso fare anche questo, ma non di sicuro in modo convinto e sentito.
Sono totalmente d’accordo che in questo pianeta c’è posto per tutti.
Le persone vanno tutte rispettate per quello che sono, e possibilmente corrette per quello che sbagliano.
Sono contro ogni persecuzione fisica o psicologica di chicchessia, e anche contro ogni persecuzione ideologica, questo sia ben chiaro.

Ho il massimo rispetto per chi è oggettivamente diverso

Non mi pare di aver detto niente contro chi si sente omosessuale.

Fonte: http://valdovaccaro.blogspot.it/2009/11/contagio-e-omosessualita.html

Riteniamo nostro dovere sbugiardare ed arginare questi personaggi che, non solo si dimostrano irrispettosi, mentalmente chiusi e per niente informati sull’omosessualità, ma recano anche un gravissimo danno alla filosofia vegana che niente ha a che fare con questo salutismo farlocco infarcito di strampalate tesi alimentari.

91 commenti

  • luca23/07/2015 at 20:53

    Cara Valentina,
    1. Valdo vaccaro non si è mai spacciato per medico e nel suo blog ciò è chiaramente scritto – chi lo legge lo sa
    2. Valdo vaccaro non è vegan ma molto di più. Nel senso che non ha etichette e guarda caso, attraverso il suo lavoro sta sempre più spingendo ad una scelta alimentare consapevole. Tu che ti definiscono vegan, cosa stai facendo in questo senso?
    3. Riguardo al suo pensiero sull omofobia (che risale al 2009) ti invito a leggere tutto l articolo e non solo quello che va bene a te.
    Sulla sua pagina comunque troverai un articolo sull argomento pubblica oggi.
    Buona serata ^^

    • Valentina23/07/2015 at 21:08

      Ciao Luca
      1) chi legge il blog NON lo sa, non sai quante persone ho sentito chiamarlo dottore…argh
      2) Vaccaro non è vegan. Punto.
      3) Gli articoli completi sono linkati e letti tutti sono anche peggio di quel poco che ho pubblicato.

      • Antonio corallo10/06/2016 at 23:43

        Cara Valentina volevo farti notare che:
        1) Valdo Vaccaro non è medico, ma è uno che ha letto e si documentato. Non bisogna essere medici per dire determinate cose, basta studiare un pochino , poi come ha detto già Luca non si è mai spacciato per tale, se poi uno si rivolge a lui sono problemi suoi.
        2) Se uno ha momenti di debolezza se cosi si possono definire, non vedo nulla di male! Io sono vegetariano,ma ogni tanto mi concedo un pochino di tonno nell’insalata, oppure a Pasqua assaggio un po di salame , ma non penso di fare qualcosa di sbagliato! L’importante è poi tornare sulla retta via! Non fare la santarellina dicendo che non hai mai assaggiato la pizza con la mozzarella, o un pochino di formaggio dato che spifferi ai 4 venti di essere vegana.
        3) Anche se Valdo vaccaro fosse omofobo , cosa da verificare, che cavolo c’entra con il fatto che uno ti consiglia di mangiare in un certo modo! Certo per una come te il criticare l’omosessualità crea un senso di fastidio comprensibile. Un consiglio finale , prima di parlare male di lui documentati meglio la prossima volta.

        • Valentina11/06/2016 at 11:08

          Il male nell’avere “momenti di debolezza” come li chiami tu, è che ti stai cibando di esseri viventi a cui non solo hai fatto male, ma hai tolto la vita. Non faccio la santarellina, sono semplicemente vegana e quindi no, la mozzarella nella pizza nella pizza non la mangio. Da verificare oltre circa l’omofobia di Vaccaro c’è ben poco visto che ho semplicemente riportato le SUE parole. Prima di commentare, pensa. Ciao

          • antonio corallo12/06/2016 at 01:36

            Buon per te che dici di essere vegana al 100% Io non ci riuscirei mai, mi accontento di essere vegetariano dotato di grande rispetto per gli animali dato che salvo rare eccezioni non mi nutro di loro. Poi se vogliamo fossilizzarci sulle etichette, non ne usciamo più, se la bontà si misura da qualche pezzo dii tonno in un mare di insalata, oppure un pochino di mozzarella il Sabato sera, allora siamo messi male! Una persona di 60 anni quasi come Vaccaro ( molta gente si dovrebbe sciacquare la bocca prima di parlare di lui) se nelle sua vita votata ai sani principi si è concesso qualche pesciolino, oppure del formaggio, comunque merita grandissimo rispetto!Anche se tu odi il medesimo non tanto per la questione alimentazione , ma sul fatto che attacca i diversi come te! Poi stendo un velo pietoso sulla tua conclusione, perchè solo tu pensi di essere intelligente da poter commentare?

          • Valentina12/06/2016 at 10:14

            Non si rispetta ciò che si uccide. Se uccido una persona una volta, ho comunque tolto una vita, anche se l’ho fatto una volta sola. Non mi interessa mangiare la pizza con la mozzarella il sabato sera. Non è questione di essere “santarellini” (che trovo un termine alquanto dispregiativo), è questione che non sono cose di mio interesse, non metto le consuetudini alimentari dinnanzi alla mia etica. Io non “odio” Vaccaro, ho solo preso atto del suo essere un omofobo che disprezza chi vive una sessualità diversa dalla sua. La parola “diverso” che hai usato è offensiva. Per questo rinnovo il mio invito a pensare prima di scrivere. Ciao.

          • Darius27/09/2016 at 12:25

            Omofobia significa paura irrazionale, intolleranza e odio nei confronti degli omosessuali; Valdo non ha assolutamente espresso questi sentimenti, pertanto invito a rettificare il vostro pensiero bislacco. Per il resto dei commenti che ho letto, ridicola la tesi del dottore; che appellativo dovrebbero affiancare a un laureato se non dottore? Valdo è dottore nelle specialità per cui ha studiato ed è igienista e non medico, fatto di cui peraltro si vanta, pertanto la vostra polemica è sterile; nel suo blog dispensa consigli preziosissimi, gratuiti e disinteressati a chi glielo chiede, con uno stile di scrittura che apprezzo molto e lontano dall’integralismo vegano, anzi lui capisce e accetta eventuali piccole trasgressioni alimentari. Valdo mi ha davvero salvato con i suoi consigli, è semplicemente un grand’uomo e dovreste apprezzarlo invece di attaccarlo. Ravvedetevi, perchè non c’è ragione alcuna per ripudiarlo, come alcuni tra voi stanno facendo. Leggetelo, leggete le testimionianze veraci della gente, apprezzatelo per quello che è, una persona che vuol fare e fa solo del bene.

          • Valentina Bianchini27/09/2016 at 14:50

            Quella “sottile” differenza tra essere vegani e lucrare consigliando diete a base vegetale è inversamente proporzionale alla differenza che intercorre tra essere omofobi e dire “Vedo l’omosessualità come una cosa patologica, schifosa e ridicola, soprattutto quella tra maschi”. Non rettifico niente, ribadisco tutto. Ho letto i suoi libercoli ma ho letto (per fortuna) molto e molto altro e soprattutto sono vegana IO, non faccio la buffona lucrando sulla paura e debolezze altrui.

          • Viviana Albertini27/09/2016 at 15:19

            mi dispiace Valentina ma FINO A PROVA CONTRARIA le tesine di Valdo Vaccaro non hanno ammazzato nessuno. Al contrario, molte persone hanno imparato cosa significa avere +più cura di sè stessi. E ricordati che ci sono molti più medici con tanto di laurea a lucrare sulla malattie e sulle debolezze altrui… Io personalmente sono stata terrorizzata da un medico dermatologo di un centro molto rinomato a bologna , mi aveva detto che avevo un tumore e che dovevo operarmi d’urgenza (230 euro!!) Peccato che poi non era vero!! Con questo non voglio generalizzare, i cialtroni esistono ma in questo caso non possiamo dare del buffone ad una persona che ne sa più di te e me messe insieme. Qualcosa evidentemente ti ha dato fastidio per essere così in collera con lui, fosse ti aspettavi una guarigione miracolosa o forse c’è dell’altro che non sappiamo… però per diffamare pubblicamente una persona devi avere delle prove. Non sei affatto corretta almeno dal punto di vista morale.

          • Darius28/09/2016 at 17:28

            Viviana, sono d’accordo con te e spiace che Valentina abbia questo risentimento, questo enorme astio che la sta ammorbando e incattivendo, tanto da dedicare una pagina intera contro Valdo Vaccaro che, fino a prova contraria, ha solo fatto del bene alle persone e lo fa da tanti anni, non abbiamo prove del contrario. È evidente che l’astio che cova Valentina è dovuto alle espressioni, forse un po’ fortine possiamo pure riconoscerlo, che Valdo usò alcuni anni fa nei confronti degli omosessuali, soprattutto quelli di sesso maschile. Possono non piacergli e non ispirargli simpatia a Valdo, no? Siamo o non siamo in democrazia? Possiamo ancora dare opinioni personali? Valdo non ha certo parlato di forni crematori, come fecero altri tristi personaggi del passato. Allora accettiamo il suo punto di vista e non facciamone un film, cribbio. Diverso è quando ci sono attacchi personali, insinuando che sia un buffone che sta lucrando sulla povera gente, questo non posso accettarlo; una persona assolutamente stimabile come Valdo Vaccaro i suoi preziosi consigli li dispensa GRATUITAMENTE e solo a chi glieli richiede. Valdo potrà non piacere a Valentina (giudizio personale legittimo) ma trovo fuori luogo questi attacchi feroci così come sono stati diretti.

          • antonio corallo12/06/2016 at 21:17

            Sei vegana dalla nascita? Se la risposta è negativa, allora anche tu avrai contribuito all’uccisione di animali, quindi l’essere “santarellini” era inteso in tal senso che salvo rare eccezioni siamo stati tutti , chi più chi meno peccatori e complici, . forse mi sono espresso con un vocabolo poco felice come diverso , ma io volevo usare il termine in maniera più vasta e non solo sull’aspetto sessuale., nel senso che se uno non segue quello che ama la massa viene etichettato come ” strano” ma questo non deve essere una cosa negativa , anzi chi fa scelte diverse e uno che ama informarsi rispetto ai caproni. Io per molti aspetti penso di essere diverso dagli altri e me ne vanto , anche sull’aspetto sessuale amo alcune parti di una donna che di solito la gente comune ignora, comunque il tuo atteggiamento è tipico di quelli di sinistra, in quanto solo loro capiscono e possono scrivere. Ma non voglio andare oltre , non ho voglia di fare lite , anche perchè nemmeno ti conosco e non so come sei fatta , in tutti i sensi ,quindi ognuno ha le sue idee, se ti ho offesa chiedo scusa , e la chiudo qui.

        • Valeria30/03/2018 at 12:55

          Sei vegetariano e sostieni di non essere complice dell’ uccisione.di animali???? Il latte e le uova comportano l’ uccisione.di animali, documentati!!

        • Valeria30/03/2018 at 12:56

          Sei un vegetariano …e basta!

      • marisa guidi20/06/2016 at 16:34

        Confondi iI veganesimo con una religione con dogmi, anatemi e scomuniche.
        Niente di tutto ciò; chi “sgarra” ha semplicemente barattato un bene importante(la salute), con un bene misero e effimero (la soddisfazione della gola) e questo può capitare al “guru” storico come all’ultimo arrivato, perchè tutti siamo esseri umani.
        Ognuno deve rendere conto solo a se stesso, sapendo che quel che fa poi si ritrova.

        • Marco14/07/2016 at 14:05

          Non trovo il tuo commento, l’hai cancellato, Marisa Guidi?

          Comunque se è vero, come giustamente noti, che il veganesimo non è una religione, ed infatti è una forma spinta e purista di vegetarianesimo, non è vero che il vegano baratta la salute con la gola, poiché il principio vegano non è salutistico ma animalista: se tu “sgarri” dal veganesimo avrai contribuito alla schiavitù animale da parte dell’uomo (mangiando latte o uova non fecondate specie se industriali e non da fattoria familiare) oppure all’uccisione di animali (mangiando carne, uova fecondate o pesce). La salute nella dieta vegan è infatti una semplice conseguenza dell’assunto animalista e peraltro non automatica: si deve fare molta attenzione a variare i vegetali mangiati e si rischiano carenze gravi, dunque uscendo dal salutistico completamente in quei casi. A riprova di ciò il vegano/a dà da mangiare ai propri animali carnivori (cani, gatti) prodotti di origine solo vegetale, anche se non è qui in gioco la sua salute ed anche se è in gioco quella degli animali carnivori. Io per esempio non saprei come convertire i miei due gatti al tofu od al seitan… ho provato colle polpette di soia: niente!

          Marco

    • Massimo Zanna05/06/2016 at 09:47

      Caro Luca, no, vero, non si è mai spacciato per medico, altrimenti sa che riceverebbe una denuncia, ma non cerca nemmeno di correggere l’errore che la gente fa, credendolo medico, con la scusa di essere laureato può usare il titolo di dottore, e così illudere.
      Non è vegan, ne altro, è una persona ipocrita che ha capito perfettamente che i gonzi si bevono tutto, basta che ci vogliano credere.
      E’ un omofobo, ha espresso le sue idee chiaramente più volte, è inutile girarci intorno, che poi i suoi seguaci vogliano crederlo buono, santo e puro, beh…

      Per la cronaca, buona parte delle lettere che dice di ricevere, se le scrive da solo, infatti lo stile, in tutte è praticamente identico al suo, come scrittura ed uso dei termini.

  • luca23/07/2015 at 21:17

    Ma perché non è vegan, è necessario martirizzato così? Nel senso che se leggi un suo libro davvero ti rendi conto che al mondo non ci può essere altra scelta che non mangiare carne -scrive con una chiarezza ed intelligenza che raramente la si trova in giro. Al di la di questo mi dispiace se le sue posizioni ti hanno offesa. Siamo umani e tutti abbiamo dei limiti. Credo cmq che il suo lavoro abbia un utilità davvero notevole per tante e tante persone per cui ti consiglio di rivedere la tua posizione… Se poi la gente lo chiama dottore è perché loro si fanno riguardi e lo adorano come fosse un Dio

    • Valentina24/07/2015 at 13:30

      Ho letto ben oltre Vaccaro Luca. Sono vegana da 15 anni, mi nutro di frutta e verdura, mi sono salvata la vita con tecniche naturali, supportata da veri medici che curano con la Natura. I suoi deliri omofobi non hanno offeso me, hanno offeso l’intelligenza stessa del signor Vaccaro.

    • claudia29/03/2019 at 11:08

      secondo me invece le tesine le scrive un medico naturista perchè scrive cose che denotano una padronanza della letteratura medica che vaccaro non ha, basta sentire quando parla,resta sempre sul vago e dice cose talmente banali e ovvie.

  • Domenico23/07/2015 at 21:52

    E’ qualificata come Dottore qualsiasi persona che abbia conseguito un titolo di studio universitario. E lui ne ha due.
    Che poi non sia medico è un’altra cosa, lui però non s’è mai fregiato di tale titolo.
    Comunque, come ha detto nel commento precedente Luca, bisognerebbe andare oltre.
    Tra l’altro Vaccaro non ha inventato nulla, nel suo blog si parla di igienismo vegan-crudista, una corrente vecchia almeno quanto il veganismo stesso, se non di più.

    • Valentina24/07/2015 at 13:31

      Io ho parlato di medico infatti, non di dottore. Di cosa stiamo discutendo quindi!? O.o E scusa ma, chiedere di andare oltre a dei deliri omofobi del genere…è chiedere davvero troppo.

      • stefano giuman20/02/2016 at 14:28

        Cara Valentina, càpito su questo sito oggi per caso per la prima volta.
        Seguo saltuariamente il blog di Vaccaro, in quanto mi considero genericamente un salutista autodidatta, per quanto riguarda la cultura alimentare. Mi piace ascolatare vari punti di vista. Non sono vegano ma non mangio carne e mangio solo salutuariamente il sushi quando vado nei risoranti cinesi/giapponesi “all you can eat”, che imperversano nella mia zona.
        Riguardo ai commenti di Vaccaro, definiti omofobi, per quanto non trovino giustificazione nel nostro tempo presente, possono essere interpretati come espressione di quello che, se vogliamo, è stato il sentire comune del Novecento e di tutte le generazioni che ci hanno preceduto.
        Soprattutto chi non è più giovanissimo, come Vaccaro, resta figlio di quel tempo e, senzxa alcuna reale intenzione o consapevolezza di offendere, esprime quello che sinceramente sente, riguardo al tema. Come si è “sempre” fatto – direbbe lui e tanti altri.
        Un tempo non esisteva il concetto del “politically correct”.
        Vai a spiegare il “politically correct” alla proverbiale Casalinga di Voghera!!!!
        Ad esempio, tu nei dialoghii di tanti vecchi film senti che ci si rivolge in una maniera che – oggi – si riterrebbe offensiva nei confronti di persone di colore e nei confronti degli omosessuali. L’omosessualità, più che altro quella maschile, è stata tante volte ridotta a macchietta comica, in tanta della nostra cinematografia italiana del passato. Pensiamo ai film “Il vizietto”, con Tognazzi.
        Non per questo, all’epoca, si gridava allo scandalo, o a gravi esternazioni di omofobia. il concetto stesso di “Omofobia” probabilmente non eisteva nemmeno. Non era patrimonio della sensibilità comune. Vedi bene che non lo è nemmeno oggi. O, quanto meno, tante persone l’hanno subita, l’omofobia, nel Novecento e nei secoli addietro, con molta sofferenza, senza che essa venisse oggettivamente definita come atteggiamento.

  • Giuseppe23/07/2015 at 22:59

    Ti ringrazio molto per questo post, perchè hai espresso esattamente quello che credo anch’io di Valdo Vaccaro. Per certi versi, è anche un uomo pericoloso, perchè i consigli che da a chi soffre di malattie croniche e inguaribili non sono poi così salutari: digiuni prolungati, un’alimentazione vegan-crudista con alta percentuale di fibre e scarsa di proteine, tutti consigli che possono inesorabilmente portare a uno stato di denutrizione oltre a carenza vitaminica. Basta leggere le baggianate che scrive sulla vitamina B12, malgrado ci sia qualcuno che gli scrive che dopo anni questa vitamina senza integratori si abbassa notevolmente. Non parliamo poi delle sue posizioni drasticamente irrazionali contro i farmaci e gli integratori, che per molte patologie invece sono essenziali.
    Ma da una persona che usa certi toni spocchiosi, sopratutto nei suoi libri, dove non fa altro che insultare la gente onnivora, non puoi aspettarti granchè, e non puoi neanche aspettarti che lui sia coerente con le sue idee, perchè è impossibile esserlo se nutri così tanta sicurezza nelle insensatezze che dici.

  • anna Di Lorenzo24/07/2015 at 06:50

    Valentina il problema dell’omosessualità È un problema non una fobia…è una NON accettazione fella propria identità
    ..non buttiamo a mare persone straordinarie per questioni di “comodo personale”

    • Valentina24/07/2015 at 13:37

      Chi sarebbe la persona straordinaria?! Il signor Vaccaro?! A mio pare chi pronuncia parole come “Vedo l’omosessualità come una cosa patologica, schifosa e ridicola” è un uomo che vale pochissimo. Come pochissimo vale chi pensa che l’omosessualità sia un problema.

    • Anna24/07/2015 at 14:40

      Emhh non vedo problemi nell’omosessualità, negli omofobi si!

  • stellafelice24/07/2015 at 11:18

    Le etichette fanno male a tutti, creano barriere che travisano la vera essenza delle cose… nonostante tutto cio’ che e’ menzionato in questo articolo, i suoi consigli di salute sono talmente potenti che, perdonami, passano sopra anche al fatto che non sia medico, che non sia vegan e anche che non condivida il suo pensiero omofobo.

  • enrico24/07/2015 at 17:18

    Chi è valdo sinceramente un grande,
    grazie a lui mi sono salvato la vita……poi ho letto Eehret, Colin. I fratelli wuolcher.gherson ecc ecc eppure……..

  • rawveg25/07/2015 at 13:11

    Valdo lo dice sempre di non esser medico continuamente, e ha detto e ridetto che ogni tanto mangia una fetta d formaggio in mezzo a una pila di insalata, ( non concordo dal fatto etico, ma da quello salutistico raramente si sa che non fa nulla, nemmeno un po di carne lo farebbe) delle alici lo ha detto anche questo non concordo,ma lui principalmente é un salutista e x forza di cose antimedico. Per quanto riguarda gli omosessuali potete girarla come volete tirare fuori gli studi che volete, ma non é esser omofobici dire che é patologico, o psicologico, o fisico, o errore della natura un problema c é negli omosessuali, solo per il fatto che é contro natura ci estingueremmo, quindi é un bag. Poi questo non vuol dire che li devi odiare discriminare etc etc e che non possono essere piú sensibili degli etero, peró che sia normale no, o meglio é normale che ci siano, come gli obesi, come i down, come autistici, come qualsiasi altra cosa che escie dalla normalitá Dell autosufficienza e continuo della specie. E non é esser omofobici, anzi semmai bisogna aiutarli a eliminare la discriminazion ma dire che é un difetto della natura o un bag é la cosa + sensata

    • Valentina25/07/2015 at 13:18

      Gioisci che il tuo commento finisce dritto dritto su PERLE OMOFOBE! 😀 Scusa, ma oltre a questo non posso commentare cotanta scemenza. P.S. “bag” vuol dire borsa…forse quello che volevi scrivere tu era bug…

      • Leon Vanel03/06/2016 at 14:35

        Inseriscilo pure dove vuoi ma ha ragione. Non ho nulla contro gli omosessuali,ho un sacco di amici omosessuali (come ne ho tanti celiaci ,anemici etc). Che tu ,o altri, vi offendete se uno parla di “contro natura” e come se una persona affetta da qualsiasi altra patologia debba offendersi se gli sia addita la parola (talassemico,cardiopatico etc.). Io non li considero malati, alcuni sembrano essere donne racchiusi in corpi che non gli appartengono (tu come lo chiami? Il nanismo cos’è? )altri sono semplicemente scelte sessuali puramente psicologiche (tra cui bisessuali,questi doce li metti?). Tutti noi abbiamo difetti,oggi quasi nessuno è “naturale”,siamo quasi tutti fuori gli standard di madre natura ,eppue sono proprio gli omosessuali a ghettizzarsi e a piangersi sempre addosso (ma qui andiamo oltre). Comunque ognuno la pensa come vuole,è la vostra anti democrazia a fare paura. Da qui a parlare di omofobia ce ne passa. No alla violenza stupida e senza senso, si ai pari diritti e soprattutto SI alla libertà di pensiero! !!! (E che palle).

  • Valentina25/07/2015 at 13:32

    Da vegana mi piange davvero il cuore nel constatare la figura di merda che state facendo fare alla categoria. Perché alla fine si sa che generalizzare è un attimo. E per quattro poverini che sono venuti a commentare in modo ignorante e omofobo, ci sta rimettendo l’intera comunità veg. Ancora una volta la differenza tra chi è vegano per etica e chi per salute si nota eccome!

  • Michela25/07/2015 at 13:47

    Alcuni dei commentatori non si vergognano neanche un po’? difendete una retorica omofoba è ipocrita perché non potete assolutamente accettare che il vostro beniamino sia un cazzaro? Complimenti vivissimi, vi ricordo soltanto che non si può combattere una discriminazione, come quella contro i veg, con altre discriminazioni, come quelle contro i gay. Vergognatevi se ci riuscite.

  • rawveg25/07/2015 at 15:04

    si volevo dire bug.. hai ragione mettile nelle perle di quello che vuoi.. fobia vuol dire paura, io non ho paura degliomosessuali o di esserlo, anzi litigo a volte per difendere i diritti che devono avere, anche con i miei genitori, giusto giusto l’altro giorno quando un gay a forum ha dichiarato di esser sato violentato da rgazzi quando era giovane, e mia madre ha commentato, è per quello che sei diventato gay!! io li mi son incazzato e gli ho detto che son battute crudeli, e lei ha ribattuto ma è risaputo che tanti violentati poi lo diventano.. e io le ho detto che se anche fosse mica c’è da fare le battute.. comunque lo dichiaro senza problemi esser gay è un difetto della natura come ce ne son altri se tutti fossero gay non ci sarebbe la continuazione della specie è innaturale dal punto di vista della sopravvivenza, (questo è il mio pensiero e consapevole di essere ignorante magari con imput diversi non escludo di potermi illuminare e cambiare idea, ma per ora credo sia un errore un bug appunto. e come un down o qualsiasi altra forma di non normalità non gli faccio guerra ma la difendo se posso. dal mio punto di vista dire che un obeso ha un difetto o una patologia non vuol dire che ce l’habbia con gli obesi è una realtà dei fatti.

    • Anna25/07/2015 at 16:25

      È un “bag” Valentina ! 😉 scherzi a parte l’articolo è bello e sono certa che moltissimi vegani lo hanno accolto con sollievo: era ora che si sbugiardassero certi furbastri alla Vaccaro

      • rawveg25/07/2015 at 18:17

        io non vivo dentro le persone e la sincerità di vaccaro non la posso determinare io, so che però la mia ragazza è guarita da animia e calcoli renali ascoltando me, e io quello che so lo so da vaccaro, che lui poi riporta tilden schelton etc etc, è noto, ma lui è chiaro e preciso, io invece dopo anni e anni di veganismo solo x questione etica , appena son diventato crudista, ho perso 42 kg ero 117 kg guarito da un bolo alla gola anomalo, cardiopatia e ho ancora l’esenzione a vita da qualche parte il cartellino rosa xkè secondo i medici non sarei potuto guarire, ipertensione fegato steatosico e gastroreflusso.. il crudismo che funzioni ci metterei mia madre e mio padre sul fuoco.. inoltre mio fratello fruttariano fa body building… il resto dell’omofobia chissene… per me si posson pure sposare, anzi lo trovo necessario che chi vuole non si trovi negata questa possibilità.. non son a favore delle adozioni, ma anche tantissimi gay li vedo sfavorevoli come signorini per esempio.. cioè nel mio concetto di giustizia c’è che non bisogna sfruttare gli animali xkè non ne abbiamo bisogno, i gay non possono, MA DEVONO avere pari diritti, però è anche giusto lasciare la possibilità ad un uomo che gli venga schifo vedere 2 uomini che si baciano.

        • Valentina25/07/2015 at 18:20

          1) Le tesi non sono di Vaccaro. Vaccaro si limita a riportare parole di altri.
          2) Nessuno ha messo in dubbio i benefici di una dieta vegana tendenzialmente crudista
          3) Sei una persona omofoba, arrenditi. E le tue tesi si limitano a Forum e Signorini. Scusa ma non ho la tv, io leggo libri. Quindi non abbiamo proprio le basi comuni per una discussione. Ciao

          • rawveg25/07/2015 at 18:46

            no è perchè non mi voglio dilungare, perchè queste cose non portano da nessuna parte,
            essere omofobo o considerato tale per me non è un offesa, non voglio in nessun modo non sembrare omofobo, anzi se mi chiedi se vedere baciar 2 uomini mi fa schifo ti dico pure di si, ma il mio schifo son cazzi miei e i gay han diritto a una vita degna ed uguale agli altri come anche gli animali devono avere, ma questo solo per giustizia, non perchè mi fa pena, bhè sinceramente a volte quando leggo le storie che vivono certi ragazzi con la famiglia con la loro compagnia non nego che mi è venuto pure da piangere, ma per il dolore che han provato dentro, nessuno può far male ad una creatura solo perchè è diversa, almeno che non sia pericolosa e non sia per difesa. però cazzo è innegabile che c’è una diversità contronatura, qualcuno risponde anche i preti e le suore, infatti anche loro sono contronatura. ma non è una colpa che faccio bisogna prender atto che esiste qesta variante punto uguali diritti e doveri..
            p.s. allora anche la pedofilia è stata sdoganata, dall’associazione psichiatri italiani non è + un disordine, ma un gusto sessuale.. possono dire quello che vogliono, ma non è normale che ad un adulto piaccia un bambino, o è normale perchè esiste di tutto, ma nei grandi numeri è una ramificazione dovuta a qualcosa che allontana l’uomo dalla via naturale della continuazione della specie. se mi consideri omofobico fa pure non la vedo una cosa negativa, aver paura di qualcosa non è una cosa negativa, ma t assicuro che non ho niente contro gli omosessuali.

          • rawveg25/07/2015 at 18:48

            *psichiatri americani pardon

          • Valentina25/07/2015 at 18:48

            Sei omofobo. Non ti puoi offendere. Lo sei. E la cosa peggiore è che ti barrichi dietro a scuse assurde pur di non accettare che sei una persona con dei problemi. Ora per cortesia, hai commentato 10 volte, abbiamo capito il tuo pensiero, ti salutiamo calorosamente…ciao 🙂

    • Marco02/05/2016 at 20:25

      Vedi che l’omosessualità può avere anche scopi biologici: permette ai maschi di ridurre la tensione fra di essi a scopo riproduttivo; inoltre è utile in mancanza di femmine o di femmine disponibili; se l’omosessualità è pederasta diventa utile per formare gli adolescenti a diventare uomini o guerrieri. Inoltre la Natura non è tenuta a seguire un programma, una regia prestabilita dove tutto ciò che non rientra in tale programma è patologico o contronatura; la Natura fa sorgere quel che vuole: non tutto è necessariamente utile in natura, quindi, anche quando l’omosessualità fosse inutile, non sarebbe contronatura. Sarebbe invece dannosa per la specie se prevalesse totalmente sull’eterosessualità ma, come ben sai perché tu lo sei, gli etero non stanno certo per estinguersi a causa degli omo, quindi il tuo argomentario sul non esserci più discendenza non è fondato.
      Per patologia si deve intendere non la diversità, ma la diversità che causa sofferenza: in tal senso dire che i down sono malati è ingiusto: sono solo umani diversi, con ridotte capacità intellettive ma complete capacità affettive, idem per gli autistici od i nani. Il malato è il poliomelitico grave che soffre per camminare o parlare o le gemelle siamesi che devono vivere attaccate a vita (salvo interventi laddove possibili) non volendolo; ma se ad una coppia gli stesse bene d’esser siamesi, quella coppia non dovrebbe più esser considerata malata.

  • rawveg25/07/2015 at 15:08

    ps se uno è omofobo di finire su perle omofobe non gliene fregherebbe un cazzo, anzi ne sarebbe solo fiero e condividerebbe il post sui suoi profili, in quanto fiero di aver offeso e attaccato della gente che per lui è merda o addirittura per tanti indegna di vivere.. credo non sia una minaccia, comunque ripeto non ce l’ho assolutamente e rileggendo lo capisci bene qual’è il mio punto di vista, magari sbagliato ma finchè la penso così è quello

    • Anna25/07/2015 at 16:30

      Raw sent’amme: comprati un borsello che se vai in giro con un “bag” magari la “gggente” ti scambia per un fag ! Ciao cmq

      • rawveg25/07/2015 at 18:29

        ok anna ho sbagliato e non dico che è il correttore automatico, ho sbagliato perchè l’ho scritto come lo pronuncio, essendo non un asso in inglese, inoltre faccio molti altri errori xkè lavoro a 3 pc contemporaneamente, però il senso del mio discorso è abbastanza chiaro. buona serata anche a te

  • rawveg25/07/2015 at 15:23

    michela non me ne fotte niente di valdo vaccaro mi piace difendere chi credo abbia ragione, ps se esser vegano x salute ti riferisci a me sbagli proprio, quella è una cosa che magari acquisti negli anni, e tutti i vegani o crudisti per saluti, prima o poi hanno mollato. io lo faccio per giustizia non credo che sia giusto approfittarmi di un animale visto che non è necessario bere il suo latte o mangiare la sua carne è solo uno sfogo al piacere, che poi piacere non è ma solo una dipendenza a cui c avevano abituati fin da piccoli. Non è possibile fare ciò solo per piacere, ma son sicuro che xò se avessimo bisogno di mangiarli li mangerei, mangerei anche gli uomini se necessitassimo di carne umana.. ma visto che non è così non ce la faccio a mangiare nulla che direttamente o indirettamente causa sofferenza ad altri animali. Un video che molti molti anni fa mi illuminò e mi fece fare il primo passo a vegetariano fu “necessaria presa di coscienza” di aquila senza nido, lo consiglio a tutti quelli che ancora son onnivori.. buona giornata gay o non gay valdovaccaristi o non. p.s appunto non generalizziamo mai non confondiamo veganismo con antispecismo, perchè esiste di tutto, ho amici nazisti vegani

  • Oliver25/07/2015 at 15:50

    Ma il problema vero del Vaccaro è culturale, anzi sottoculturale: si beve e propaganda tutte le sciocchezze antiscientifiche possibili e immaginabili, facendo credere ai semplicioni che lo seguono (mai trovato una persona di valore) che bisogna essere contro la scienza. Come i preti dell’Ottocento. Del resto crede agli spiriti…. Naturale che un tipo così pieno di pregiudizi e irrazionalità sia anche omofobo, anti-ateo, anti-cultura.

  • Oliver25/07/2015 at 15:54

    Dimenticavo: è un rappresentante di commercio…. che è diventato, credo, naturopata (corso ed esame che può fare chiunque, tanto è facile…). Figuriamoci il livello culturale e scientifico.

  • Rossana28/07/2015 at 23:59

    In generale, io penso che ognuno sia libero di esprimere la propria idea e, se uno ritiene che l’omosessualità è contro natura, ben sapendo che per la scienza non è così, è libero di esternarlo, altrimenti saremmo in dittatura e non vi sarebbe vera libertà. Cosa diversa è insultare, discriminare o quant’altro una persona per il suo orientamento sessuale, come del resto per qualsivoglia motivo.

    Sui titoli di studio di Vaccaro, lui dichiara, oltre alla laurea in economia e commercio, quella in scienze comportamentali e naturopatia. E una in filosofia che non so se ha già conseguito o sta per conseguire.

    Grazie.

    • Valentina29/07/2015 at 08:29

      Cara Rossana, dire che “l’omosessualità come una cosa patologica, schifosa e ridicola” è un insulto al pari di “negro di merda” e come tale rende la persona che lo pensa o lo dichiara un poverino senza anima, valori o cervello. Per il resto, non esiste una laurea in naturopatia. Cito: “Ricordiamo che, a memoria d’uomo, non è mai esistita una laurea in naturopatia, perché non esiste la relativa disciplina (si veda in proposito la voce “medicina naturopatica” su wikipedia), né la sua definizione e regolamentazione in nessuna parte del mondo. L’unica Università che rilascia un titolo assimilabile a una laurea in naturopatia è una università privata americana, la quale è una università che insegna medicina con indirizzo naturopatico, e da cui escono medici, non naturopati. Le altre sono truffe, bufale, pubblicità ingannevoli, illusioni.” Fonte: http://www.naturopatiatorino.org/laurea-in-naturopatia-truffe-bufale-inganni-illusioni.html Occorrerebbe informarsi prima di farsi illusioni sbagliate su chi non merita la nostra fiducia. Saluti.

      • Mnet10/03/2016 at 07:50

        In Svizzera, recentemente l’OdA-MA, le varie associazioni e l’UFFT (Ufficio Federale della Formazione Professionale e Tecnologia) stanno portando avanti un progetto per la regolamentazione federale e la formazione del naturopata, compreso i terapisti complementari che praticano monodiscipline. Il naturopata futuro dovrà assolvere un impegno formativo di quattro anni a tempo pieno di 1800 ore frontali, di cui 600 di medicina di base. L’esame superiore federale per i naturopati già formati è in corso dall’anno 2015.

  • Rossana29/07/2015 at 11:38

    Tralasciando i termini negativi citati, in generale ribadisco che, se uno la ritiene una condizione “patologica” o “contro natura”, lo possa legittimamente esternare, ben sapendo che la scienza dice altro. E su questo già molti obietterebbero.
    Sui termini infelici probabilmente lui si riferisce all’orientamento e non alla persona, certo avrebbe potuto limitarsi a dire che per lui non è naturale e si sarebbe risparmiato tante critiche! E forse sarebbe stato anche più giusto, non lo so, dovrei pensarci.

    Sulla laurea in naturopatia avevo dubbi anche io, infatti ho scritto “lui dichiara”, forse ha “semplificato” la realtà invece di specificare che ha un titolo diverso dalla laurea, certo non fornendo in tal modo un’informazione corretta.
    Qui dal minuto 5:55 parla dei titoli di studio https://www.youtube.com/watch?v=wlnO4iHGSlQ e cita un’università americana, poi non ho approfondito sinceramente.

    Sul cibo: libertà e flessibilità. (Quest’ultima poi è una qualità su cui dovrei concentrarmi pure io, a livello generale! 🙂 )
    Gli avranno obiettato la coerenza, però ci sta che siamo umani, cambiamo idea e sbagliamo, sempre che di sbagli si possa parlare…
    Poi mi chiedo, ha senso che vegetariani / vegan e vegetariani / vegan tendenziali si facciano la guerra? Uno lo sarà al 100% , un altro ad una percentuale più bassa ma la direzione è sempre la medesima.

    Per il resto è vero, è sempre meglio informarsi su chiunque e su ogni cosa, non dando mai nulla per scontato.

    Buona giornata.

  • Adri01/11/2015 at 14:52

    Condivido la tua opinione su Valdo Vaccaro, Valentina.
    Non ho letto i suoi libri, sono stata a una sua conferenza e ne sono uscita esterrefatta ! … Non sa nulla di salute e malattie e il pubblico si rivolgeva a lui facendogli domande specifiche su come curarsi, domande a cui seguivano delle “non” risposte, perché lui cura tutto con il respirare aria pura, con il digiuno e con i carciofi !!
    Le sue “tesine” , come le chiama lui, sono degli scopiazzamenti messi insieme a volte senza nė capo né coda, presi qua e là sul web.
    Consigliando di mangiare frutta e verdura non fa certo un danno, ma quando arriva a negare l’esistenza di malattie come ad es. l’AIDS, le ripercussioni negative possono essere pesanti.

  • Gaspare28/11/2015 at 18:21

    Sono finito per caso su questo sito, ho letto il tuo interessante post, i commenti e le argute risposte. Ho cercato qualche altra informazione sul sig. Vaccaro e ho dato un’occhiata al suo blog.
    Non mi meraviglia tanto l’esistenza di personaggi come il Vaccaro quanto piuttosto l’ammontare dei vitelli che lo seguono mansueti. Questi vitelli, d’accordo col Vaccaro, avvertono forte il bisogno di manifestare la loro insofferanza nei confronti di chi appaia poco toro, salvo sorprendentemente (?) rivelarsi innamorati persi non di una bella vacca ma di un vecchio Vaccaro!

  • Riccardo29/11/2015 at 13:09

    sono capitato casualmente in questo blog. Scindiamo i due argomenti cortesemente e cerchiamo di essere razionali. L’uscita di vaccaro sugli omosessuali non è da parte mia per nulla condivisibile, anzi abbastanza penosa. Detto ciò andiamo infine sulla restante vagonata di offese ed osservazioni poco simpatiche lette qui sopra
    1) non è un medico. Meglio, la medicina ufficiale sappiamo tutti dove ci ha portati è da chi è finanziata
    2) non è vegano perché una volta ha mangiato una fetta di formaggio di malga o 2 uova ruspanti…come no,vaccaro noto omicida di animali….ricordo che tanta gente che si definisce vegana ha un alimentazione totalmente carente ed improvvisata mangiando principalmente preparati chimici ed industriali costosissimi e cercando di sostituire ciò che la cultura culinaria prepara con derivati animali con tofu seitan tortellini vegani e altre diavolerie…a questi si che carenze alimentari, anemine ecc salteranno fuori
    3) essere vegetariano non è sinonimo di buona salute,vegano idem, non è assolutamente sufficiente. Chi pensa (come ho letto) che continuare a imbottirsi di farmaci e integratori sintetici (vedi vit. B12) sia necessario per vivere come in salute come gli onnivori ha già perso in partenza. Essere vegetariano e vegano non comporta il bisogno di alcun integratore, e ci mancherebbe! La natura, la frutta, la verdura i legumi i cereali e tutto ciò che è naturale ci fornisce tutto ciò di cui abbiamo bisogno. Ben venga valdo vaccaro con la sua profonda conoscenza e anche la sua rielaborazione di testi scritti da noti scienziati e studiosi vissuti in epoche precedenti per i quali, in taluni casi, si è reso necessario approfondire meglio alcune questioni dagli stessi non ancora conosciute.

    Riccardo

  • valeria05/12/2015 at 12:29

    Condivisibile o no l ‘esternazione di Valdo riguardo l omosessualità è totalmente in linea e coerente con il suo pensiero del “vivere secondo natura”, si può appoggiare la causa omosessuale, essere tolleranti verso la comunità gay e tutto quello che vuoi, ma non si può dissentire sul fatto che l ‘unione fisica tra due uomini o due donne non rientra nei meccanismi che portano avanti il ciclo della vita. E’ certo l amore il motore di tutto, e per carità ognuno è libero di amare chi e come si vuole, ma esistono purtroppo dei paletti indiscutibili posti dalla natura. La vagina è naturalmente la “casa” del pene, è da questa congiunzione anatomicamente perfetta che nasce la vita, non da altro. Infatti il tema dell’ adozione per le coppie gay all’interno della stessa comunità non è condiviso da tutti. E poi si certo che molte coppie di etero sono genitori inadeguati, ma a parità di materia grigia nel cervello e di sensibilità nel cuore anche io scelgo Mamma e Papà per creare una famiglia.Scusate se sono banale.
    Valdo ha avuto semplicemente il coraggio di essere coerente con se stesso su un tema così delicato e fregarsene del politically correct in una mare di falso buonismo….gli è stata posta una domanda precisa e lui ha risposto secondo il suo pensiero in tutta sincerità. Non ha scritto una tesina inneggiando all omofobia. Tra l atro ha ribadito il suo rispetto verso le “diversità”, che poi si abbia un proprio parere su tali diversità questa non è omofobia.
    Io personalmente ho svariati amici gaii della cui amicizia non potrei mai fare a meno. In particolare alcuni carissimi amici di lunga data a cui voglio veramente bene. E proprio per questo non posso non notare che la condizione dell omosessualità è difficile e piena di ostacoli.
    Dopo l accettazione di se stessi, dopo il coming out, dopo tutta la strada che si deve fare per essere tollerati prima dalla stessa famiglia e poi dalla società intera, dopo la ricerca di una realizzazione personale, e poi della persona giusta, dopo avere raggiunto tutto questo, a volte o almeno secondo la mia esperienza di amica / confidente/ terapeuta(!!!) c’è ancora tristezza, c’è ancora tanta sensazione di inadeguatezza, c ‘è inoltre un alto rischio di cadere in profonde depressioni,ci sono nottate intere a mandare messaggi di conforto..E’ indiscutibile che la fierezza di essere gay a un certo punto scompare… e a volte lascia il posto al vuoto. Lo dico con il cuore in mano e con tanta empatia verso delle persone a me carissime. Una in particolare.Lo dico perchè alla luce di questo mi sono spesso chiesta se tutto questo Gay Pride che io ho sempre appoggiato abbia senso..se sia veramente la via della felicità per chi ha gusti sessuali diversi…e se anche in questo caso prevale ciò che la natura ci chiede di fare col nostro corpo. In questa ottica il parere di Valdo può essere uno spunto.
    Detto questo è chiaro che ho un enorme rispetto per chi decide di vivere esprimendo la propria omosessualità, capendo le sfide quotidiane che si devono superare per autoaffermarsi.
    Ma ho anche rispetto per punti di vista diversi dai miei.

  • Alessandro21/02/2016 at 15:32

    Io la vedo cosi’… Vaccaro e’ una persona che fa un certo tipo di informazione e ha un pensiero personale piu’ o meno condivisibile (io non condivido ad esempio, ma non lo strumentalizzerei per questo).
    Quello che dice riguardo ai digiuni e’ attualmente oggetto di ricerca presso diverse Universita’ (anche in Italia); i digiuni non uccidono nessuno! Comunque sul fatto che dispensi consigli ai malati vorrei dire che anche se non condivido l’atto non si puo’ condannarlo se qualcuno preferisce i suoi consigli piuttosto che i consigli di un medico specializzato. Fino a quando lui non ammette di “curare la gente” non puo’ essere definito santone. La cosa che vorrei aggiungere pero’ e’ che mi lascia fortemente perplesso il leggere l’appellattivo di “dottore” nel suo blog; seppur adeguato alla sua laurea, mi sembra un trucco semantico per illudere poveri ignoranti in materia.

  • Fantastory della macrobiotica, o la divulgazione creativa - Erewhonians25/02/2016 at 10:13

    […] il signor Valdo Vaccaro, professione divulgatore alimentare (quello che trova gli omosessuali “ridicoli e schifosi”), ritenendo che basta ripetere le cose a oltranza perchè queste divengano vere. Purtroppo non […]

  • Lorenzo05/03/2016 at 17:20

    Approfitto di questa discussione per esprimere un mio parere(che so già rischia di essere non capito o frainteso):

    Se un gay scrive che secondo lui l’eterosessualità è una cosa patologica e, ai suoi occhi, schifosa, io non mi offendo.

    E’ ciò che lui pensa, e non è detto che questa sua opinione gli impedisca, nonostante la differenza di vedute, di trattarmi con il rispetto di essere umano. Anche perchè io potrei rispondergli benissimo con una tesi opposta alla sua.

    Il vero problema sta alla radice questa società. Un sistema che, in qualche modo, punisce, chiunque si trovi fuori dalla cerchia della maggioranza;

    – un uomo medio del nostro tempo farebbe di tutto pur di sentirsi normale, pur di stare nel mucchio. –

    Ed è per questo che lottano la maggior parte degli omosessuali: per essere considerati “normali”, per essere come gli altri…

    Secondo me sbagliano, semplicemente perchè non lo sono…e farebbero bene ad andarne fieri.

    La “norma” è una cosa orribile che livella le nostre irripetibili particolarità personali, e i gay, proprio perche diversi, dovrebbero approfittarne per essere un elemento rivoluzionario, illuminante, dovrebbero lottare contro tutte le etichette, non cercare(come invece accade) di essere introdotti in un sistema che alla fine non rappresenta nessuno.

    Lo sapete se guardo negli occhi un gay cosa vedo? nella maggior parte, purtroppo una cosa sola: la superficialità il vivere senza accorgersi di ciò che capita attorno e al proprio interno. Ed è lo stesso appiattimento che vedo nella maggior parte degli etero.

    Il vero problema è che è sempre più difficile trovarli, questi “diversi”.

    Baci a tutti

  • Paolo29/03/2016 at 01:07

    Valdo vaccaro mi ha salvato la vita.. sono guarito da diabete, ipertensione depressione e insonnia… cio che ci nutre ci uccide.. basta solo prendere consapevolezza.
    Valdo ha sempre detto di nn essere un medico.. ma un filosofo dell’alimentazione.. nn vi piace..? Nn lo leggete.. anche di bella era considerato un ciarlatano..
    Mangiate carne.. prendete farmaci.. ognuno è artefice del proprio destino

  • Simone03/04/2016 at 02:33

    Vaccaro è pericoloso, la cosa grave è che non si limita, come dice Valentina, a dare consigli basandosi sugli studi di altri, ma reinterpreta e letteralmente inventa cose senza la minima base scentifica. Quando parla di proteine o dei meccanismi tampone del nostro corpo mi viene la pelle d’oca, e non per l’emozione.
    Diffidate da questo ciarlatano che nulla ha a che vedere con la scienza e con la cultura vegan.
    Riguardo tutta la polemica sull’omosessualità sorvoliamo, il tempo avrà la meglio anche su questi imbecilli.

    • Andrea11/04/2016 at 00:42

      ….questo blog si conclude con “imbecilli” riferito alla squadra vegana! Sicuramente ci sono vegani con le idee poco chiare, perché essere vegani sani è difficile, bisogna studiare molto e evitare di sentirsi appartenenti alla squadra nemica.
      Ma mi chiedo perché i non vegani odiano e sono rancorosi(rileggere tutto il blog) nei confronti dei vegani.
      Questo sarebbe un ottimo filo conduttore:”se puoi evitare di fare del male evitalo”. Vi ricordo che i vegani venivano anche uccisi rifiutando l’imposizione di uccidere e di mangiare gli animali. Dalla chiesa e dalla gente violenta che và a caccia del nemico per sete di sangue.
      Per quanto riguarda Valdo Vaccaro, con umiltà leggete le circa seimila tesine del suo blog e fatevi una idea del suo lavoro e sulla sua persona: c’è da guadagnare “saperi importanti per la nostra salute, gratis”. E’ una persona da apprezzare! Con tutti i suoi difetti di essere umano.
      Ciao
      Andrea

    • Fabio16/06/2016 at 00:03

      CERTAMENTE È MEGLIO SEGUIRE I CONSIGLI DEL DOTT Calabrese! SECONDO TE ANCHE il DOTT Campbell dice cazzate?

  • lettore14/04/2016 at 11:09

    sulla omofobia non discuto poteva sicuramente evitare.
    sul Dottore: è Dottore chi aveva una laurea. adesso è diverso ma anche architetti hanno il titolo di dottore….
    per il resto è una persona che “insegna” a mangiare naturale e combatte l’idea vegan-devi-sostituire-la-carne-con-soia-e-seitan. insegna a non curasi ma a mangiare correttamente ed è contro la cura, ovviamente tutti quelli che scrivono cercando di risolvere i problemi la vedono come non dovrebbe essere, ovvero una cura ai mali sopraggiunti dopo anni di “errori” (per chi li crede tali). come un po tutta la dieta vegan crudista oltretutto.

  • gigia25/05/2016 at 19:04

    Davvero c’è gente che segue i consigli di una persona che si esprime in questo modo? E non parlo solo della sua evidente omofobia, ma proprio del modo in cui si esprime. Si vede lontano un miglio che elenca i sintomi delle malattie scopiazzandoli da quello che trova in rete, che non si rende conto di quello che dice. E non conosce neanche le regole della sintassi. E voi mettete la vostra vita nelle mani di uno così? Sono davvero basita.

  • Filippo Piga04/06/2016 at 03:02

    10…100…1000 Valdo Vaccaro! 🙂

  • Margherita13/06/2016 at 11:05

    Vorrei sapere solo una cosa, così per curiosità… qualcuno ha mai provato a seguire I suoi consigli alimentari? Non ho letto ovviamente titti i commenti precedenti perché erano davvero troppi

  • Margherita13/06/2016 at 11:11

    Ovviamente chi non ha mai provatp uno stile alimentare diverso da quello chea sempre tenuto nella sua vota non ha voce in capitolo, essere vegani non sigmifica necessariamente avere la verità in tasca sul cibo. La verità in tasca ce l’ha chi le esperienze le prova su se stesso, non per una settimana o 10 giorni.. chi parla di vaccaro come un killer è ignorante tanto quanto chi lo vede come un guru. Io seguo i suoi schemi alimentari da anni e direi che sono parole valide. Non si parla solo di corpo ma soprattitto di spirto quindi se non credete ad uno xhe nn e medico x il semplice fatto che nom lo sia, ovvoamente i suoi consigli non vi porteranno a nada. Baci

  • Viviana14/06/2016 at 11:03

    se c’è una cosa che non mi piace di tutto questo è la frase “sbugiardare”. Ma è vero che nel proprio blog ognuno può dire quello che vuole. Proprio come fa il Dott. Vaccaro..

  • Selene14/07/2016 at 10:51

    A parte l’omofobia, che forse in un uomo della sua etá puo’ essere un limite culturale e non animico (perché Vaccaro prima di tutto e’ un brav’uomo, che aiuta tutti a prescindere dalle sue stesse idee-quindi quello che conta effettivamente e’ quello che fai, a prescindere da quello che sei, con tutti i tuoi limiti umani…-), Vaccaro: una persona che subisce attacchi infami da anni, unicamente perché non ha mai accettato compromessi, né “bustarelle”.Io, grazie a lui non sono solo in buona salute, ma anche libera e felice. SE POI SONO OMOSESSUALE, MUSULMANA E COMUNISTA SONO AFFARI MIEI.Come a dire che lui ha aiutato “me” a prescindere da qualunque cosa io sia, perché gusti sessuali, fede politica e credo religioso sono cose intime e personali.E sopratutto non dovrebbero essere usate né per farsi pubblicita’ a danno degli interessati, né per demolire chi stia costruendo una speranza nella gente.Grazie Dottor Valdo Vaccaro.

    • Valentina14/07/2016 at 12:24

      Se fosse come tu dici non avrebbe sentito il bisogno di pubblicare le sue opinioni in un blog che parla di “salute”. E no, non sono fatti tuoi. Se sei omosessuale o musulmana o comunista e qualcuno ti diffama e ti offende è tuo dovere manifestare apertamente la tua posizione. Sorvolo sull’accusa di “farsi pubblicita’ a danno degli interessati” perché è ridicola. Ciao 😉

      • Gaetano Saverio Victor15/10/2016 at 23:57

        …vedi Valentina ognuno di noi ha le sue idee giuste o sbagliate che siano!, ogni opinione giusta o sbagliata che sia è comunque legittima!…vedi che in questo mondo bello o brutto che sia, ci sono purtroppo milioni di persone che odiano, condannano e non accettano l’omosessualità!..e per questo, giusto o sbagliato che sia bisogna farsene una ragione!..contrattaccare costoro usando supponenza, arroganza o argomenti e sentimenti offensivi e distruttivi, non farà altro che peggiorare la situazione…amplificandone intolleranza e odio!..forse un giorno tutto ciò sarà un brutto ricordo e l’ umano amore trionferà!..

  • Giorgio T17/08/2016 at 02:17

    Cara Valentina, il tuo articolo su Valdo Vaccaro è incompleto perché ometti molte informazioni. Vaccaro ha 2 lauree ed una specializzazione (vedere il suo CV). La sua proposta appartiene ad una corrente di pensiero millenaria e attualissima:l’ igienismo. Vi sono cliniche e studiosi in tutto il mondo appartenenti a questo filone di pensiero specialmente in USA. L’igienismo vuole rimuovere le cause e non “abbattere”il sintomo : in pratica con la medicina tradizionale condivide tutte le basi scientifiche ma si differenzia per la strategia.Prova ne è che molti medici sono igienisti pur praticando quotidianamente i protocolli medici. Insomma : dovresti studiare e documentari meglio anziché criticare posizioni che nemmeno conosci ( hai studiato la Storia della Medicina magari di Giorgio Cosmacini?). Ti dichiari vegana e questo è positivo ma il paganesimo non rappresenta certamente l’assoluto. È poi, sei sicura che i medici di cui ti fidi sono sostenitori del veganesimo?E se no, chi ti cura? Giorgio

    • Valentina17/08/2016 at 13:26

      Laurea in Economia e Filosofia. Molto pertinente. Per il resto so bene cos’è l’igienismo Giorgio, l’ho seguito per un paio di anni con ottimi risultati. E sì, i medici che mi seguivano erano VERI medici che curavano con rimedi naturali. Strano ma vero, esistono!

  • Christian Ferraro11/02/2017 at 13:49

    Questo articolo è impostato in modo tale da screditare una persona… Lui ripete sempre di non essere un medico e quando gli si chiede un consulto risponde come farebbe lui… Prendere qualche pezzo di qualche tesina non ha senso… Per quanto riguarda l omofobia assolutamente non condivido il suo pensiero, ma fino a quando resta un pensiero personale senza recare danno non vedo dove sia il problema… Certo che un personaggio dovrebbe utilizzare termini più appropriati, ma è come se uno dicesse che le bionde gli fanno schifo… Il fatto che una volta o più volte abbia mangiato pesce non vuol dire che predica bene e razzola male… È una questione di terminologia, vegano significa che non si mangiano alimenti di origine animale, se mangio un uovo una volta al mese, o ogni 10 anni non sono più vegano? Credo che a prescindere dall etica, sia la tendenza a un certo tipo di alimentazione a dare beneficio alla nostra salute… È come uno sportivo che fa 250 allenamenti all’anno, non è che se un anno fa 240 allenamenti non è più uno sportivo…

    • Valentina Bianchini11/02/2017 at 14:17

      Benvenuto su PERLE ONNIVORE Christian 😀 (se che non sai cos’è ma ci stai facendo molto ridere e per questo ti ringraziamo). Penso che risponderti sia fiato sprecato perché è talmente ridicolo ciò che hai scritto che solo una persona con grosse lacune culturali e morali può partorirlo. Ci proverò ugualmente per dar fede al detto che la speranza è l’ultima a morire. Inizio con il dire che io non ho screditato nessuno, ho fatto copia/incolla delle sue stesse parole e se le trovi offensive vuol dire che trovi offensiva la persona stessa di Vaccaro. Quindi fondamentalmente mi stai dando ragione e quindi ti ringrazio. Punto secondo, voi salutisti New Age la dovete piantare di pensare che il veganismo sia una dieta. Vegan è una filosofia di vita. Se penso che sia sbagliato uccidere non lo faccio. E non lo faccio neanche una volta. Se penso che sia sbagliato stuprare non lo faccio. Se ho stuprato anche una sola donna in vita mia sono comunque uno stupratore. Se segui solamente una dieta prevalentemente a base vegetale, caro il mio Christian, non sei vegano. Sei uno che tiene alla sua salute e quindi segue una dieta prevalentemente a base vegetale. Detto questo chiudo i commenti al post perché sono stufa di dover perdere tempo a rispondere ai fanboy omofobi e specisti di Vaccaro

    • AnnMari Mar08/02/2018 at 15:51

      Valdo Vaccaro si è laureato in economia nel 1972 all’Università di Trieste, è stato insegnante e giornalista. Ha lavorato per anni all’ ANHS (American Natural Hygiene Society), e in seguito si è laureato nel 2002 in filosofia e naturopatia. Ad oggi è parte integrante dell’AVA (Associazione Vegetariana Animalista) di Roma, per la quale elabora diversi lavori di argomento etico-salutistico come direttore tecnico.

      Aggiungo che tutto sommato concordo con lei, l’ aver espresso un opinione strettamente personale, per quanto pesantuccia sull’ omosessualità, quantomeno lo esonera dall’ essere un ipocrita e anzi apre una possibilità di dialogo.
      Non sono una sua “seguace”.

      • Sergio Sambo10/10/2018 at 10:52

        La tua critica al pensiero espresso da Valdo Vaccaro sull’omosessualità la condivido: quello che non capisco è l’accusa di non essere medico, che sottintende l’accusa di abuso di professione medica, ossia di un reato.
        Valdo non si è mai professato medico, lo ha sempre specificato, e soprattutto non prescrive farmaci o terapie, che sono il “pane” della professione medica.

        Valdo dà semplicemente delle indicazioni di tipo igienistico che riguardano lo stile di vita: l’igienismo non prevede l’uso di alcun farmaco nè di alcuna terapia.

        Sull’essere o meno vegani, è una questione del tutto personale e della quale ciascuno di noi può avere un’opinione: l’igienismo NON è una dieta o un regime alimentare specifico, ma un insieme di fattori che riguardano il raggiungimento della salute nella totalità dell’essere umano e del suo stile di vita, non solo alimentare.

  • Anvedi28/06/2018 at 22:55

    È un post vecchio…c’è voluto un po per leggere tutti i commenti ma ne valeva la pena…sarebbe stato increscioso e “eticamente”poco corretto cercare di soffocare la noia sgranocchiando un panino di salame,ma il nutrimento in questo caso è gratuitamente reso da questo teatro di buone intenzioni e sani valori,in cui si da del maiale al suino per non farlo sentire inadeguato e del dottore al medico sperando operi su se stesso la guarigione…. Ecco la comunità di chi ha scelto tutto senza compressi…ecco le donne e gli uomini tutti di un pezzo,creature talmente sane e “disintossicate”dalla massa da far apparire la stessa come l’unico rimedio di salvezza….seguite un uomo che ha scritto di tutto su tutti per non dire nulla che non fosse già stato detto….un uomo capace di essere retorica e surrogato socialista di una classe di individui votatasi alla distruzione del concetto di “status umano”…..non di meno accogliendo le più accorate delle giustificazioni del moderatore “l’offesa al diverso”marginalmente tende lo sgambetto al malcapitato fratello di sventura,perché seppur con rammarico gli si riconosce l’attributo che al codesto spetta!! Non esiste scelta giusta o sbagliata perché c’è misura uguale e opposta nelle medesime…non c’è salvezza ne condanna perché la strada è a senso unico….la direzione obbligata verso la meta finale….oscurati dal concetto di umano abbiamo perso l’unica fonte di esistenza intrinsecamente reale,che ci vuole animali addomesticati dalla nostra stessa ragione!!!buona vita!!

  • Sergio10/10/2018 at 10:18

    La tua critica al pensiero espresso da Valdo Vaccaro sull’omosessualità la condivido: quello che non capisco è l’accusa di non essere medico, che sottintende l’accusa di abuso di professione medica, ossia di un reato.
    Valdo non si è mai professato medico, lo ha sempre specificato, e soprattutto non prescrive farmaci o terapie, che sono il “pane” della professione medica.

    Valdo dà semplicemente delle indicazioni di tipo igienistico che riguardano lo stile di vita: l’igienismo non prevede l’uso di alcun farmaco nè di alcuna terapia.

    Sull’essere o meno vegani, è una questione del tutto personale e della quale ciascuno di noi può avere un’opinione: l’igienismo NON è una dieta o un regime alimentare specifico, ma un insieme di fattori che riguardano il raggiungimento della salute nella totalità dell’essere umano e del suo stile di vita, non solo alimentare.

  • Lorenzo15/10/2018 at 04:46

    IL RISPETTO:

    Sono onnivoro.
    E’ la mia vita e come tale nessuno dovrebbe offendermi, come io non dovrei offendere nessuno per le sue scelte alimentari.
    (Mangiare un essere vivente implica la sua morte e la sua sofferenza, quindi ammiro chi ha fatto la scelta di un alimentazione che ne renda conto.)

    Non si può giustificare l’omofobia, mi offende in quanto essere umano.
    Manca di rispetto riguardo aspetti personali che un altra persona non ha motivo di giudicare.
    Io sono etero ma non implica che sia moro o biondo, simpatico o meno, onesto o disonesto, e sopratutto non l’ho deciso io.

    L’ALIMENTAZIONE:

    Riguardo alla proposta alimentare del Vaccaro (e le sue idee personali che ha formate tramite l’apprendimento di suoi predecessori, come tutti):

    Chiunque puo’ scrivere che l’alimentazione crudista, vegana, macrobiotica, mediterranea o qualsiasi altra ritenuta salubre sia la panacea da tutti i mali. Però poi deve provare che la terra è tonda, e che tutta la medicina che abbiamo oggi e’ basata su menzogne (come si evince dal blog di Vaccaro essere la sua idea).
    Sta a me usare il buonsenso per valutare personalmente se sia plausibile.

    Che un certo tipo di alimentazione porti benefici è probabilmente fuori di dubbio e riscontrabile, come che le industrie farmaceutiche come tali perseguano il profitto, ma che tramite essa si voglia dar l’idea di poter curare qualsiasi patologia è sbagliato e pericoloso, sopratutto quando si ha un seguito importante come il Vaccaro.

    • Lorenzo15/10/2018 at 04:59

      Chiedo scusa al Lorenzo di qualche commento precedente, mi sono accorto ora dell’omonimia, questo sopra è il mio primo commento. Certo e’ passato così tanto tempo che difficilmente qualcuno se ne accorgerebbe…
      …ma leggendo questo “post” solo ora mi sembrava comunque inevitabile dover scrivere il mio pensiero.

  • Gaia3901/04/2019 at 01:01

    Sono rimasta abbastanza sconcertata da alcuni commenti letti…io non ho mai sopportato gli esaltati, in nessun campo,compreso quello dell’ alimentazione. Premetto che non mangio carne ma mangio pesce ogni tanto e a volte mangio la mozzarella, trovo comunque assurdo demonizzare chi sceglie di mangiare uova, latte e formaggi. Non mi risulta che gli animali vengano uccisi per 2 uova o un poco di latte. Io adoro gli animali e non mi sento certo una disgraziata se a volte mangio un poco di mozzarella o qualche sottiletta. Gli assolutismi sono pericolosi poiché generano soltanto fanatismo. Saluti.

  • Aggiungi commento